SULLE DIPENDENZE DA GIOCO BENE IL LAZIO MA SERVONO PIÙ RISORSE

I nuovi dati della ricerca Eurispes “Gioco pubblico e dipendenze nel Lazio” evidenziano, pur nella preoccupazione generale, come la Regione Lazio sia tra le poche regioni ad avere un calo dei volumi di gioco su slot e videolottery. Questo testimonia che le politiche territoriali, come ad esempio la distanza delle sale gioco da luoghi sensibili (scuole, ospedali, ecc.), stanno funzionando. Come ulteriore misura di contrasto è stato anche creato il marchio Slot Free-Regione Lazio con il pay off “Qui si vince davvero: la Regione Lazio dice no al gioco d’azzardo”, che verrà assegnato agli esercizi commerciali che rinunceranno al gioco d’azzardo.
Preoccupa però il dato generale, che vede in crescita il gioco online. Bisogna continuare a rafforzare le misure di prevenzione e contrasto delle dipendenze, su cui la Regione Lazio già investe molto, rendendole ancora più efficaci e concentrando le risorse a disposizione sui servizi dei territori.
Per questo ho proposto di modificare la legge regionale per rendere più chiare e stringenti alcune delle misure previste.